QUANDO SI PARLA DI LAVORO LA FIM C’E’

QUANDO SI PARLA DI LAVORO LA FIM C’E’

QUANDO SI PARLA DI LAVORO LA FIM C’E’

Il Segretario nazionale generale della Fim Cisl Marco Bentivogli è stato invitato a partecipare da Acciai Speciali Terni ad un faccia a faccia con l’amministratore delegato di Ast Massimiliano Burelli   sul tema “Il futuro della siderurgia e l’industria 4.0” il prossimo 30 maggio. Un’iniziativa tra l’altro pubblica visto che si terrà nella Sala Orologio del Caos.

Fin qui non ci sarebbe nulla di male se non fosse per il fatto che l’evento sta suscitando polemiche ingiustificate che secondo alcuni punti di vista produrrebbe “strappi nei rapporti e nella storia delle relazioni sindacali ternane” provocando anche una connessione con “l’imminente voto amministrativo cittadino con la scelta del parterre”.

Roba da non credere. Sicuramente ciò non era nelle intenzioni di chi ha innescato involontariamente la polemica, tuttavia le considerazioni sopra citate stanno generando nei confronti della Fim Cisl attacchi irrazionali da parte anche di qualche dirigente sindacale. La Fim Cisl ha sempre valutato positivamente il confronto sulle tematiche del lavoro anche quando organizzati in contesti storici sicuramente diversi da quello attuale, tipo quelli messi in campo all’indomani di una vertenza dura che scosse i pensieri e le anime di una comunità: il confronto e le idee producono sempre un valore aggiunto. Forse per qualcuno tutto ciò è troppo innovativo. Ma Terni in questo momento ha bisogno pure di questo.

Se non fosse stato scritto per davvero risulterebbe comico accostare il faccia a faccia con le elezioni amministrative, soprattutto se a far insorgere il dubbio è chi da sempre si vanta di essere legato ad una parte del mondo politico, salvo salire e scendere dal treno del vincitore di turno.

La Fim Cisl fa politica, da sempre, per il lavoro e lo fa nel solco dei pilastri fondativi: autonomia, associazionismo, contrattazione.

Terni, 19 maggio 2018

Fim Cisl Terni